MATERIALI SENSORIALI-LA PEDAGOGIA DI MARIA MONTESSORI

MATERIALI SENSORIALI-LA PEDAGOGIA DI MARIA MONTESSORI

“Se v’è per l’umanità una speranza di salvezza e di aiuto, questo aiuto non potrà venire che dal bambino, perché in lui si costruisce l’uomo”.

Parole toccanti ma ricche di futuro con cui Maria Montessori sintetizza il suo pensiero pedagogico, sottolineando l’importanza del bambino come seme prezioso del mondo che verrà.

LA PEDAGOGIA DI MARIA MONTESSORI- PUNTI CHIAVE

L’idea fondante e rivoluzionaria della pedagogia montessoriana è la libertà del bambino,nel suo iter evolutivo, di poter fare esperienza del mondo che lo circonda, spinto da un innata tensione all’apprendimento.

Istinto che trova il suo stimolo nella curiosità, nella libera espressione, nella spontaneità dell’azione, incoraggiando il raggiungimento autonomo delle prime conquiste.

Un’approccio completamente nuovo, in cui le figure familiari e professionali che circondano l’infanzia si pongono come coadiuvanti ed incentivanti, concedendo la possibilità di sbagliare di correggersi in un clima di totale serenità ed appagamento.

Un pensiero in cui l’adulto potrebbe essere metaforicamente descritto come la stella polare, che permette ai naviganti di compiere liberamente i propri viaggi, senza mai perdersi.

LA CENTRALITA’ DELL’AMBIENTE EDUCATIVO

La predisposizione dell’ambiente educativo riveste un ruolo primario per lo sviluppo, strutturando setting accoglienti, con materiali selezionati sempre a portata del bambino.

Un ambiente che riproduce quello di vita naturale, assecondando il movimento, la scoperta, la libertà di scelta del materiale da utilizzare, svincolato dalla necessità di imposizione dell’educatore o da vincoli di tipo strutturale.

Ciò consente il rispetto dei tempi di sviluppo di ciascuno e accompagna una solida acquisizione di competenze fondata sulla conquista attraverso le proprie capacità: un grande passo di costruzione dell’autostima!

IL MATERIALE EDUCATIVO MONTESSORIANO

Nell’ambiente a misura di bambino di cui parlavamo è importante siano presenti materiali selezionati e di grande potenziale educativo.

Fu la stessa Maria Montessori a progettare i materiali affini al suo pensiero pedagogico con lo scopo specifico di favorire l’esperienza e lo sviluppo sensoriale.

Gli oggetti sensoriali, adatti a bambini da 0 a 6 anni e ad età più avanzata, in caso di particolari difficoltà di apprendimento, consentono di mettere in moto i cinque sensi: il tatto, l’udito, l’olfatto, la vista ed il gusto.

E’ il momento in cui il gioco, diventa ricchezza e dona la possibilità al bambino di assimilare tutto ciò che l’ambiente gli offre, rendendolo parte di un’esperienza diretta che stimolerà esponenzialmente la sua crescita.

I CINQUE SENSI- ESPERIENZE SENSORIALI

1. IL TATTO: L’esplorazione del mondo attraverso l’esperienza tattile pone le sue basi sin dalla nascita. Attraverso questo senso, infatti, il bambino sperimenta il contatto con la madre, con l’oggetto transizionale che accompagna la sua crescita.

Inoltre sperimenta lui stesso l’esperienza emotiva della carezza, del gesto d’affetto con le persone che si                    prendono cura di lui, in un viaggio di scoperta di sè stesso e del mondo.

LE TAVOLETTE TERMICHE <tavole termiche- didatticaesorrisi>

Il gioco sensoriale delle tavolette termiche è un esercizio centrale nello sviluppo tattile del bambino.

Le carte presenti all’interno della scatola in legno presentano delle caratteristiche termiche differenti che il bambino può in prima fase conoscere ed in seconda discriminare.

Attraverso una fine manipolazione attiva, possono essere svolte molte attività con questo materiale a partire dall’esperienza del tocco, passando all’appaiamento in base a specifici criteri di discriminazione, sino ad arrivare ad una classificazione ascendente o discendente di temperature.

In queste fasi è importante sottolineare che oltre all’aspetto tattile, il bambino attiva meccanismi di concentrazione, la memorizzazione, il rispetto e l’immaginazione nell’utilizzo del materiale:requisiti fondamentali per l’apprendimento.

LE TAVOLE DEL LISCIO E RUVIDO <tavole del liscio e il ruvido-didatticaesorrisi>

Questo materiale, come il precedente, è particolarmente indicato per lo sviluppo della sfera tattile.

In esso sono presenti delle carte in legno, attraverso cui il bambino non solo può fare esperienza delle diverse superfici ma può in un secondo momento distinguere le diverse gradazioni di esse.

Infatti ciascuna carta, nella parte posteriore, è contrassegnata dall’intensità di gradazione cosicchè il bambino, in totale autonomia, possa controllare se la sua percezione sia stata giusta o errata.

Questo tipo di materiale consente non solo lo sviluppo ma anche l’affinamento della percezione tattile, utile al bambino per la conoscenza del mondo e  la strutturazione dei primi schemi mentali di scelta e decisione.

L’impatto con l’errore non è sottolineato in maniera negativa, anzi, la possibilità per il bambino di scoprirlo in autonomia, gli consente di vivere questo momento con lo stato d’animo da lui prescelto.

2. L’UDITO: il bambino ama poter fare esperienza dei suoni già durante la gravidanza, in cui ascolta con amore il battito del cuore della mamma, sente la sua voce e quella di papà.

Il canale uditivo per questo, è di grande importanza affinchè il bambino impari a discriminare i suoni che nella            realtà lo circondano. I CILINDRI DEI RUMORI 

Questi cilindri sono un’utile strumento per affinare la sfera uditiva del bambino.

Sono costituiti da due scatole con all’interno sei cilindri, che producono non solo rumori diversi tra di loro ma anche di intensità differente.

Ad ogni cilindro della serie rossa corrisponde un cilindro della serie blu che produce lo stesso suono, pertanto, dopo una prima scoperta dei suoni il bambino ha la possibilità di lavorare sui giusti appaiamenti attraverso la discriminazione.

Il gioco può coniugare anche l’appaiamento dal punto di vista visivo per il riconoscimento del colore, nonchè delle attività manuali di incastro in base al colore.

 

3. L’OLFATTO ED IL GUSTO : La sfera olfattiva e gustativa vengono solitamente stimolate attraverso l’utilizzo di  materiali contenenti fragranze e gusti diversi affinchè il bambino possa farne esperienza.

Sono anch’esse molto importanti nell’esplorazione del mondo circostante, tanto che l’attività può essere reiterata      anche all’aria aperta a contatto con i profumi della natura oppure attraverso la preparazione attiva in ambiente          domestico di alimenti,con gusto differente.

4. LA VISTA: La sfera visiva riveste il ruolo più importante della vita del bambino poichè è il canale percettivo attraverso il quale, con immediatezza, coglie ciò che lo circonda.

A tal proposito sono stati sviluppati e progettati materiali come LA TORRE ROSA  in grado di coadiuvare lo sviluppo percettivo della tridimensionalità, della geometria e dell’impatto del colore.

 

ATTIVITA’ EDUCATIVE RICCHE DI SIGNIFICATO DA RIPROPORRE NEL SETTING DOMESTICO PER CONDIVIDERE AL MEGLIO IL TEMPO CON IL PROPRIO BAMBINO, NON DIMENTICANDO MAI IL MOTTO: “AIUTAMI A FARE DA SOLO!”

Leave A Comment