SURPRISE – UNA VERA SORPRESA EDUCATIVA

Ciò che rende speciali i giochi in legno è la capacità di conciliare un potenziale fortemente educativo con la qualità dei materiali, totalmente naturali e privi di coloranti chimici.

Il loro colore, il loro odore, la loro ricca semplicità richiama l’infanzia senza tempo, non legata ad una sovra-stimolazione tecnologica ma ancorata alla bellezza dell’immaginazione.

COS’ E’ SURPRISE?

Surprise per me è stata una vera e propria sorpresa, degna del nome che porta.

E’ un prodotto assolutamente unico nel suo genere, un sacco contente quattro kg di pezzi di legno con forme diverse, grandezze diverse e il profumo di storia dei diversi settori da cui sono ricavati.

I pezzi al suo interno permettono di essere ordinati, classificati per forma affine, altri permettono di poter immaginare ciò che essi rappresentano, adattandosi con la guida dell’adulto a diverse fasce di età.

I MOTIVI PER CUI HO SCELTO SURPRISE?

  1. La variabilità di forme e dimensioni dei pezzi al suo interno può consentire di strutturare attività con bambini di età diversa modificando gli obiettivi educativi in base alla tappa evolutiva
  2. La naturalezza dei materiali come garanzia
  3. L’unicità dei suoi pezzi, non standardizzati, ma ognuno con la sua libera peculiarità, per garantire al bambino un’esperienza unica di scoperta oltre gli schematismi
  4. La parola chiave è creatività, libero pensiero ed immaginazione
  5. La molteplicità di attività che esso consente di strutturare
  6. La sicurezza dei materiali
  7. L’opportunità di creare momenti in cui il bambino possa esprimersi liberamente, pensando una propria strategia e godendone il risultato.
  8. La resistenza e la durata che esso offre

COME POTER LAVORARE CON SURPRISE?

 

  • In prima infanzia è opportuno che l’adulto selezioni i pezzi di grandezza maggiore per evitarne l’ingestione e che accompagni l’attività con la sua presenza. E’ possibile, in un primo momento, lavorare solo sull’aspetto tattile, facendo si che il bambino faccia esperienza attraverso il suo senso percettivo di superfici diverse.

 

  • In seconda fase è possibile stimolare la discriminazione in base a diversi criteri: colorazioni affini, colorazioni molto differenti tra loro, forme e grandezze.

 

  • Successivamente il bambino può iniziare il suo percorso di costruzione attraverso gli incastri, in modo libero e creativo. In questa fase è molto importante che l’adulto accompagni positivamente le  realizzazioni del bambino, non evidenziando il modo in cui l’attività vada eseguita. PAROLA D’ORDINE: IMMAGINAZIONE!

 

  • In età prescolare e scolare l’opportunità di costruzione può essere ampliata con  materiali provenienti dalla natura per la sperimentazione di una pluralità di aspetti del mondo, in modo coniugato.

 

  • L’affinamento della coordinazione motoria ha particolari effetti comprovati in età scolare nel processo di acquisizione dei capacità grafo- motorie della scrittura.

 

Potrei elencare davvero molte altre  occasioni educative da predisporre con questi materiali, ma questa volta  facciamoci noi spettatori di ciò che lui vuole trasmetterci ed insegnarci!

 

 

<surprise-didatticaesorrisi>

 

Leave A Comment